Concluso sul ghiacciaio della Val Senales l’aggiornamento 2018 dei Titolati di Escursionismo AE-EEA e della SPE in ferrata sul Roen
Organizzato in Alto Adige con 19 partecipanti il primo evento a livello locale, che hanno approfondito la nuova normativa relativa ai Kit da Ferrata (denominata EN 958 – 2017).

un momento dell’Aggiornamento 15 settembre 2018

  e dell’aggiornamento della SPE sul Roen il 22.9.18

Sabato sul ghiacciaio della Val Senales si è svolto l’aggiornamento obbligato di 19 Accompagnatori del Trentino Alto Adige Titolati di Escursionismo con specializzazione di accompagnamento in ferrata (AE-EEA). La sessione aveva una duplice finalità: l’approfondimento della nuova normativa relativa ai Kit da Ferrata (denominata EN 958 – 2017) da poco entrata in vigore, e lo sviluppo delle capacità tecniche degli Accompagnatori attraverso una esercitazione pratica sulle tecniche di movimento su terreno innevato o ghiacciatocompreso l’utilizzo delle attrezzature, l’approntamento di ancoraggi e le manovre di stesura di una corda fissa.

Come da linee guida emanate dalla Scuola Centrale di Escursionismo del CAI, l’aggiornamento, il primo organizzato a livello locale, è stato ufficializzato dall’OTTO Escursionismo del T.A.A. che ha dato mandato alla propria Scuola Provinciale di Escursionismo “SPE” di pianificarlo in collaborazione con le Scuole di Alpinismo e Scialpinismo dell’Alto Adige e del Centro Studi Materiali e Tecniche per le linee guida.

Tale collaborazionegià attiva  all’interno del Coordinamento degli OTTO, ha evidenziato quel valore aggiunto che serviva per dare autorevolezza all’evento che aveva l’obiettivo di accrescere le conoscenze sulle tecniche e sui comportamenti da adottare per affrontare e risolvere eventuali situazioni impreviste o imprevedibili che talvolta nelle escursioni in questo ambiente possono sopraggiungere.

In particolare le trattazioni in aula sulla nuova norma EN958 sono state preparate e tenute dall’ ANE Gianmarco Richiardone, mentre per la parte pratica su ghiaccio ci si è avvalsi della preziosa collaborazione dell’Istruttore Maurizio Ruaz in assenza anche di un secondo collega purtroppo ammalato.

Le esercitazioni pratiche, molte hanno toccato vari argomenti quali il movimento da farsi in piano, salita in diagonale e a fronte con e senza ramponi su varie inclinazioni di pendio. Si è poi passati alle varie predisposizione di ancoraggi con piccozze o materiali di fortuna (corpi morti) ed infine alla modalità di stesura di una corda fissa in orizzontale e verticale. Novità per l’escursionismo è stata la dimostrazione dell’approntamento di un fungo di neve o di ghiaccio o di sasso da utilizzarsi come ancoraggio per calata di emergenza o per la posa di corda fissa. Anche gli Accompagnatori non sono stati da meno, hanno dimostrato attenzione, voglia di apprendere e di fare. Un grazie agli Accompagnatori componenti dell’OTTO e della SPE, Biasi, Barbari e Cucinato, Cavallaro direttore, e tutti gli AE che hanno preso parte. Sabato 22 ottobre poi, ed in vista del prossimo corso di specializzazione EEA, la Scuola provinciale SPE si è recata presso la ferrata del Roen per il ripasso di alcune manovre di corda fra le quali: la discesa in corda doppia, la calata assistita ed il recupero con sistema del paranco mezzo Poldo, che rappresentano le manovre essenziali in grado di assistere chi malauguratamente avesse bisogno in situazione di pericolo in ferrata, seppur usando materiali correnti ed i dotazione agli AE.                        A cura di Cecconi Filippo

Condividi

Add Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *